Il 27 marzo 2020 è scomparso in seguito ad infezione da COVID-19 il Prof. Maurizio Galderisi, Ordinario di Medicina Interna dell’Università di Napoli e Vice-Presidente dell’EACVI (European Association of CardioVascular Imaging)

E’ venuto prematuramente a mancare il nostro Maestro.

Maurizio Galderisi è stato il professore per definizione, colui che insegna e guida. E’ stato il mentore di generazioni di cardiologi ed internisti, di medici provenienti da ogni parte del mondo per formarsi presso il Laboratorio di Ecocardiografia che dirigeva con rigore, serietà e dedizione esemplari.

Professore Ordinario dell’Università di Napoli “Federico II”, membro autorevole delle più prestigiose Società Scientifiche Nazionali ed Internazionali, preferiva essere chiamato per nome, Maurizio, per rendere più diretto ed efficace il rapporto con noi, suoi collaboratori, che non si è mai stancato di accompagnare e guidare nel percorso clinico e scientifico.

Aveva recentemente conseguito il traguardo dei 400 lavori su Pubmed eppure rimaneva in lui il desiderio di ampliare, approfondire e innovare la ricerca scientifica. Ci ha insegnato ad inseguire obiettivi sempre più ambiziosi, a non fermarci mai, e a farlo con spirito di gruppo, spalla a spalla, aiutandoci l’un l’altro. Nel suo ricordo continueremo a lavorare come lui ci ha insegnato, con il suo metodo, il suo rigore scientifico e la sua passione.

Grazie Maurizio, Maestro e Amico.

I medici dell’Echolab

Il 27 marzo 2020 è scomparso in seguito ad infezione da COVID-19 il Prof. Maurizio Galderisi, Ordinario di Medicina Interna dell’Università di Napoli e Vice-Presidente dell’EACVI (European Association of CardioVascular Imaging)

E’ venuto prematuramente a mancare il nostro Maestro.

Maurizio Galderisi è stato il professore per definizione, colui che insegna e guida. E’ stato il mentore di generazioni di cardiologi ed internisti, di medici provenienti da ogni parte del mondo per formarsi presso il Laboratorio di Ecocardiografia che dirigeva con rigore, serietà e dedizione esemplari.

Professore Ordinario dell’Università di Napoli “Federico II”, membro autorevole delle più prestigiose Società Scientifiche Nazionali ed Internazionali, preferiva essere chiamato per nome, Maurizio, per rendere più diretto ed efficace il rapporto con noi, suoi collaboratori, che non si è mai stancato di accompagnare e guidare nel percorso clinico e scientifico.

Aveva recentemente conseguito il traguardo dei 400 lavori su Pubmed eppure rimaneva in lui il desiderio di ampliare, approfondire e innovare la ricerca scientifica. Ci ha insegnato ad inseguire obiettivi sempre più ambiziosi, a non fermarci mai, e a farlo con spirito di gruppo, spalla a spalla, aiutandoci l’un l’altro. Nel suo ricordo continueremo a lavorare come lui ci ha insegnato, con il suo metodo, il suo rigore scientifico e la sua passione.

Grazie Maurizio, Maestro e Amico.

I medici dell’Echolab